Ricerca e Sperimentazione

Ricerca e sperimentazione come un modo di concepire la vita

Labirinti

Camminare nella natura per allargare le proprie percezioni

Si tratta di percorsi segnati da pietre, all'interno della natura, camminando all'interno dei quali si sviluppa un profondo contatto con le energie del luogo, le quali a loro volta rendono particolarmente vive e attive le energie della persona. I Labirinti si trovano principalmente a Damjl e nel Bosco Sacro. I primi sono realizzati in un prato, con l'intento di creare percorsi finalizzati a funzioni precise: pensiero positivo, sogni, aiuto per la digestione, per la memoria e così via.

I Labirinti nel Bosco si snodano invece fra le piante, seguendo l'andamento del terreno; permettono una profonda connessione fra la persona e la natura intorno, favorendo così l'arrivo di intuizione, ispirazione, autoconsapevolezza.

All'interno dei Labirinti si cammina mantenendo un passo costante, lasciandosi guidare dall'istinto quando ci si trova di fronte a una biforcazione. Le prime meditazioni in movimento risalgono alle sperimentazioni fatte in Viaggio dai damanhuriani nel 1983, quando si iniziò a lavorare sull'ampliamento delle percezioni sensoriali e sulla risoluzione di piccoli malesseri.