Visione Spirituale

Un percorso di risveglio della propria scintilla divina

Il Percorso di Libertà spirituale

Otto passi verso l'illuminazione

Il Percorso di Libertà spirituale, realizzato secondo il messaggio di Falco Tarassaco, è un'opportunità per esplorare il cammino della spiritualità e della conoscenza di sé, per connettersi all'energia divina dell'universo e andare verso la felicità. È un Percorso di meditazioni laiche intorno alla natura della vita e dell'essere umano, al fine di rendere ogni praticante libero di definire una propria filosofia di vita e seguirla con coerenza e con gioia.

Il Percorso di Libertà spirituale è una forma di meditazione per riappropriarsi del sentimento mistico dell'Esistere che caratterizza l'essere umano. “Esistere” significa sentirsi parte di un grande ecosistema all'interno del quale coesistono tutte le forze vive, visibili e non visibili, dai batteri alle grandi intelligenze che le tradizioni classiche definiscono “divinità”. È un viaggio verso il risveglio dell'essere umano: un essere animato da pensiero positivo, sensibilità, apertura verso gli altri, in pace con se stesso.

Nell'insegnamento di Falco, il risveglio personale passa attraverso la dimensione collettiva come modo migliore per sviluppare la propria individualità: ognuno ha come destino individuale lo sviluppo dei propri talenti e dei propri sogni e questo può avvenire solo grazie alla profonda interazione con gli altri, attraverso lo scambio, il confronto e la collaborazione.

La Verità, dice Falco Tarassaco, è un cristallo dalle mille facce; ogni faccia riflette ciò che è reale in modo diverso ma autentico. Scegliendo la faccia del cristallo nella quale riconoscersi, ognuno può andare alla ricerca, attraverso di essa, della Verità. Lungo il Percorso di Libertà spirituale, a partire dalla faccia del cristallo rappresentata dalla Scuola di Pensiero di Damanhur, all'interno della quale confrontarsi con le esperienze e le scoperte degli altri, ognuno può andare alla ricerca della propria Verità, della propria strada evolutiva, della missione che la vita gli ha riservato.

Il Percorso è composto da otto meditazioni base da svolgersi in gruppo insieme a istruttori damanhuriani. Ogni meditazione richiede dai due ai tre giorni, da trascorrere insieme nella città del mondo nella quale il Percorso ha sede.

Sedi del Percorso di Libertà spirituale possono essere in qualunque luogo di qualunque Paese del mondo: le persone che sentono questo richiamo possono mettersi in contatto con la Scuola di Pensiero di Damanhur per organizzare un gruppo; una volta che ci sia un gruppo pronto, gli istruttori damanhuriani saranno disponibili a raggiungerlo per la prima meditazione.

Una volta svolto il Percorso base, le meditazioni possono essere ripetute, in luoghi diversi e con istruttori diversi, e potranno toccare temi differenti dai primi otto, secondo le proposte degli allievi e l'esperienza degli istruttori.

Ogni meditazione si ispira ai valori rappresentati da una delle sale dei Templi dell'Umanità. Per chi può affrontare un viaggio fino a Damanhur, una delle otto meditazioni base viene proposta proprio all'interno di essi, ma per tutti è possibile svolgerla anche nella città sede del Percorso.

Al termine delle otto meditazioni base, una volta che siano state tutte effettuate – e non è detto che avvenga per tutti nei medesimi tempi, perché ognuno può impostare il ritmo del proprio Percorso come ritiene, anche partecipando a gruppi diversi – ogni persona viene attivata a un primo livello di contatto con le Forze dell'ecosistema spirituale amico dell'umanità e accede a una semplice ritualità personale, secondo l'esperienza della Scuola di Meditazione di Damanhur.

Da quel momento, ogni persona può ripetere nuovamente, con istruttori e gruppi e in città diverse, le otto meditazioni, o proporne di nuove o vivere la propria vita alla luce di quanto imparato con il Percorso. La Scuola di Pensiero di Damanhur rimane sempre riferimento spirituale per tutti coloro che lo desiderano.