Visione Spirituale

Un percorso di risveglio della propria scintilla divina

Scuola di Meditazione
Caratteristiche

Scuola di Meditazione, per incontrare il maestro interiore

Il principale percorso spirituale damanhuriano è rappresentato e trasmesso attraverso la Scuola di Meditazione. I suoi ambiti di esperienza e ricerca – il Corso di Meditazione e il Percorso di Libertà Spirituale – sono aperti a tutti nel mondo, senza un costo, in quanto la Conoscenza a cui si accede non può essere monetizzata.
Il Corso di Meditazione – che rappresenta il percorso diretto al cuore dell'insegnamento di Falco Tarassaco – prevede l'attivazione di un rapporto diretto con le forze dell'ecosistema spirituale, attraverso un'iniziazione. Nei primi incontri vengono approfonditi i significati della vita, delle leggi e delle forze che regolano l'universo. Successivamente ogni partecipante sceglie di proseguire la propria ricerca anche attraverso le Vie Spirituali, che rappresentano sei percorsi diversi in cui è possibile tradurre nella pratica tutti gli aspetti della spiritualità in linea con le proprie attitudini e caratteristiche individuali. 
Il Percorso di Libertà Spirituale è un cammino guidato verso il risveglio della propria coscienza, fino allo sviluppo di una connessione con le forze dell'ecosistema spirituale. Nella visione di Falco Tarassaco infatti un percorso spirituale autentico conduce al risveglio del maestro interiore, che avviene quando si è aperti all'aiuto che possiamo dare e ricevere dagli altri. Il Percorso avviene attraverso meditazioni periodiche proposte dagli istruttori e dalle persone stesse, per esplorare e definire i colori della propria spiritualità. 
La Scuola di Meditazione insegna a non delegare a nessuno la propria evoluzione spirituale; Meditazione è intesa come modo di vivere 24 ore su 24, un cammino in cui la Scuola può durare tutta la vita, se le persone lo desiderano.

 

La Ritualità

Il linguaggio che apre la comunicazione con lo spirituale.

Il Rito in Damanhur rappresenta il linguaggio attraverso il quale comunicare con tutte le forme di vita intelligenti che abitano l'ecosistema spirituale, ovvero la dimensione non materiale dell'esistente.
Vi sono grandi riti legati ai ritmi della natura, come i Solstizi e gli Equinozi, in cui viene celebrata l'unione con le Forze della Natura e le Forze Divine, fino alla Commemorazione dei Defunti, in cui viene aperta la porta verso l'Oltre per ricordare tutti coloro che vi sono passati. Vi sono anche semplici riti quotidiani, come quello di contatto con il mondo vegetale, attraverso il saluto agli alberi quando si giunge sui territori delle varie Comunità di Damanhur, o quello della purificazione del cibo prima di ogni pasto, che serve a mettere in sintonia la frequenza del cibo con quella di ciascuno, affinché sia di nutrimento al corpo fisico e ai corpi sottili, o energetici, che ci compongono.
In Damanhur esistono sei Vie Spirituali; in ciascuna di esse viene sviluppata una ritualità specifica, anche in collegamento con gli elementi relativi alle diverse funzioni, mentre esiste una ritualità personale che aiuta a mettere a fuoco la propria energia verso gli scopi determinati dagli stessi Iniziati.
Tutti i damanhuriani sono officianti dei propri Riti, in virtù dell'idea che ciascun Iniziato ha un rapporto diretto con le Forze dell'ecosistema spirituale.
I riti damanhuriani sono sempre accompagnati da canti, danze, ritmi che sono parte integrante del rito, insieme a parole, segni e gesti in Lingua Sacra, un linguaggio archetipico che viene utilizzato anche nell'Arte Sacra.

Spiritualità Quotidiana

Le Vie: diversi campi d'interesse all'interno della Scuola

Le Vie spirituali sono gruppi all'interno della Scuola di Meditazione nei quali ogni Iniziato sviluppa specifici punti di interesse, in accordo con le proprie aspirazioni e i propri talenti. Le Vie spirituali integrano il percorso generale di Meditazione e pongono le basi per l'Illuminazione individuale attraverso l'esercizio delle qualità di ognuno, nell'idea che esistano tanti modi diversi quanti ciascuno di noi, per giungere al medesimo obiettivo spirituale.
Tramite le Vie spirituali si applica nella pratica il principio damanhuriano secondo cui la diversità rappresentata da ciascun individuo è fonte di ricchezza spirituale per l'intera collettività.
Ogni damanhuriano sceglie una Via principale, e se lo desidera anche una seconda, attraverso la quale approfondire la propria ricerca, in gruppo e individualmente.
Le Vie sono un elemento fondamentale non solo nel percorso spirituale di ogni persona ma anche nella conduzione di Damanhur, tanto che alcune funzioni della Federazione di Comunità vengono delegate alle Vie stesse.
Attualmente, le Vie sono sei:
* la Via del Monacato e delle Coppie Esoteriche, scelta da coloro che in modo singolo o di coppia desiderano incanalare l'indirizzo delle proprie energie vitali;
* la Via dei Cavalieri, che si occupa della tutela del territorio e della sicurezza;
* la Via dell'Oracolo, dedicata all'approfondimento del linguaggio rituale;
* la Via dell'Arte e Parola, che si occupa della trasmissione dei contenuti e del raffinamento delle arti;
* la Via della Salute, che fa della cura e del benessere un percorso di crescita;
* la Via dell'Arte e Lavoro, che sostiene e promuove lo sviluppo di attività e servizi.
Altri percorsi minori, detti Indirizzi, riguardano l'educazione nel contesto familiare e scolastico, e l'autosufficienza alimentare e sostenibilità.