Visione Spirituale

Un percorso di risveglio della propria scintilla divina

Tempio dei Popoli

L'espressione dell'intero genere umano

Falco Tarassaco ha più volte parlato del progetto del Tempio dei Popoli. “Questa opera sarà espressione dell’intero genere umano, proprio come abbiamo voluto fare con i Templi dell'Umanità. Lì si incontreranno sciamani e rappresentanti di popoli che hanno un contatto reale con la loro gente, per sperimentare combinazioni alchemiche umane ed emozionali. Per evitare la scomparsa dei popoli occorre che ciascun gruppo riesca a immaginare di avere una continuità artistica, storica, linguistica, culturale e territoriale. Ai popoli più lontani da noi geograficamente proporremo scambi di manufatti oppure di semi da coltivare nelle loro terre perché qui, in occidente, non potrebbero crescere. Sarà importante avere idee e giusta ispirazione e allora essi potranno fare ancora di più, non ultimo riuscire a conservare le loro divinità, le loro rappresentanze spirituali. E’ tutto da inventare insieme, con molta fantasia. Passo dopo passo sarà interessante avere spazi di confronto tra popoli, perché ciascuno avrà caratteristiche e interessi che potranno diventare comuni, facilitando così la conoscenza reciproca. In questo modo creeremo un campo energetico capace di portare verso l'unione di tante diversità, alla ricerca di soluzioni e non di imposizioni: è uno degli obiettivi dell’identificazione culturale dello spazio teatro che vogliamo costruire in quel luogo, degli spazi per la musica o la biblioteca. Sognamo un ambiente immerso nella bellezza dell'arte nel quale ospitare i rappresentanti dei popoli, di organizzazioni internazionali e persino statisti e politici interessati a incontrarsi per trovare insieme punti di concordanza”