Vivere in Comunità

Una Federazione di eco-comunità spirituali aperte al mondo

Organizzazione Sociale
Qualità della Vita

La ricerca di un welfare adeguato per tutti i cittadini

In quarant'anni di storia, la qualità della vita in Damanhur è cresciuta esponenzialmente rispetto agli inizi: oggi si contano centinaia di ettari di territorio, decine di case in bioedilizia, servizi e strutture in grado di accogliere cittadini e ospiti, attività produttive, agricoltura biologica, energie rinnovabili in ogni comunità, una scuola familiare da 0 a14 anni, un centro di medicine integrate e tanti altri aspetti che rendono la vita ricca di varietà e qualità.
La solidarietà, la condivisione e la laboriosità dei damanhuriani sono i valori che hanno permesso alla ricchezza comune di crescere, a uso e vantaggio di tutti. A Damanhur il sostegno verso le persone in difficoltà è d'obbligo, così come nei confronti di anziani, figli e donne in maternità. Per ogni cittadino, indipendentemente dal tipo di attività che conduce e di copertura assistenziale statale che riceve, è garantito un livello elevato di assistenza. I figli sono sostenuti nei loro studi e nei viaggi da tutta la comunità, perché l'educazione è un tema sentito e condiviso tra tutti.
Anche il sistema sanitario interno è articolato e permette a tutti di scegliere come curarsi: a fianco delle medicine della tradizione damanhuriana - pranoterapia, terapie dolci, medicine naturali - esiste un poliambulatorio in cui operano diversi medici, la maggioranza dei quali sono cittadini di Damanhur, e in cui vengono forniti molti servizi specialistici, rivolti sia ai damanhuriani sia all'utenza proveniente dai paesi vicini.
Tutto questo dimostra che una buona comunità organizzata è un elemento di stabilità sociale che offre un notevole contributo di sussidiarietà al territorio, e che contribuisce a elevare la qualità della vita, sia per chi vi abita sia per chi ne frequenta i servizi.

Organismi Elettivi

Numerosi incarichi elettivi per una gestione condivisa

I damanhuriani sono probabilmente i cittadini europei che votano più spesso! Oltre alle scadenze nazionali e continentali, si aggiungono infatti anche quelle damanhuriane.
Ogni sei mesi si vota per i Re Guida, la più alta carica nel Corpo sociale che si occupa di coordinare le attività e lo sviluppo dell'intera Federazione di Comunità; ogni anno viene eletto anche il Collegio di Giustizia, la seconda funzione in ordine di importanza, il cui compito è sovrintendere al rispetto dei principi della Costituzione, dirimere controversie tra cittadini e verificare l'operato dei vari organismi.
In ogni comunità, sempre una volta all'anno, vengono eletti anche i capinucleo, o reggenti: persone che si prendono cura della vita nella comunità dal punto di vista dei rapporti umani, della realizzazione dei vari progetti comunitari e dell'organizzazione. Infine, data la vastità di Damanhur, ogni distinta area territoriale dove sono insediate più comunità viene identificata come una regione, alla cui guida è un "capitano" eletto dagli appartenenti alle diverse comunità, che resta in carica per un anno.
I responsabili dei Corpi – Scuola di Meditazione, Gioco della Vita e Tecnarcalato – vengono nominati dai Saggi, figure identificate da Falco Tarassaco, fondatore e guida spirituale di Damanhur defunto nel  2013. Il ruolo dei Saggi è continuare la funzione che aveva Falco in vita: vegliare sulla direzione generale della Federazione di Comunità e continuare a nutrire il Sogno che ci ha sempre ispirato.

Costituzione

Una "carta dei principi" rinnovata nel tempo

La Costituzione di Damanhur è nata per essere modificata nel tempo, secondo una visione filosofica ben precisa: quella di creare una realtà in grado di sostenersi su una sempre crescente consapevolezza individuale, con sempre minor necessità di leggi e regolamenti.
Una lunga storia di cambiamenti apportati alla prima stesura, risalente al 1981 e contenente oltre 130 articoli, ha portato alla versione oggi in vigore, con soli 15 articoli in cui sono raccolti i principi fondamentali su cui si basa la vita della Federazione di Comunità.
Tra questi i più importanti sono il pensare bene degli altri, la spinta alla continua trasformazione interiore, la solidarietà e il rispetto tra i cittadini, il dare sempre agli altri un'ulteriore possibilità di rilancio, la cura per l'ambiente e per tutte le forme di vita.
La Costituzione vieta il fumo, l'uso di sostanze stupefacenti e qualsiasi forma di eccesso che può danneggiare se stessi e gli altri. I damanhuriani si attengono a queste disposizioni come scelta di vita, e a tutti gli ospiti che transitano sul territorio delle comunità di Damanhur viene chiesto, durante la loro permanenza, di adeguarsi a questa norma.
Clicca qui per leggere la Costituzione di Damanhur