Vivere in Comunità

Una Federazione di eco-comunità spirituali aperte al mondo

Storia

Nel 1975 apre il Centro Horus e ha inizio la storia comune

La storia collettiva dei damanhuriani inizia nel 1975, quando Falco Tarassaco, la guida spirituale di Damanhur, e i suoi primi compagni fondano il Centro di Ricerche Parapsicologiche ed Esoteriche "Horus".
Nel 1977 nasce il progetto della comunità, che viene inaugurata alla fine del 1979. I damanhuriani sono allora poche decine ed eleggono ogni 18 mesi un governo composto da cinque persone, che si occupano di gestire le risorse comuni.
Il numero dei cittadini cresce a poco a poco fino al 1983, quando Falco lancia due iniziative, il Gioco della Vita e il Viaggio, destinate a far velocemente aumentare il numero dei damanhuriani e, conseguentemente, dei nuclei abitativi. Alla fine degli anni Ottanta, altre comunità si affiancano alla prima e nasce la Federazione delle Comunità di Damanhur.
Nel 1992, con l'apertura dei Templi dell'Umanità, Damanhur si afferma a livello internazionale e compie un altro balzo dal punto di vista numerico, incrementando soprattutto le presenze di cittadini provenienti dall'estero.
Nel corso degli anni, per venire incontro alle mutate esigenze, la formula sociale e politica si è trasformata molte volte fino all'odierna struttura federale, alla quale presiedono i Re Guida eletti ogni sei mesi. Attualmente, i nuclei e le comunità sono 26, distribuiti in un raggio di 20 chilometri nel Canavese, mentre i Centri Damanhur, sedi di pranoterapia, conferenze, corsi e laboratori artigianali, si trovano in Italia, in diverse città europee, negli Stati Uniti e in Giappone.